ita

blog

Il cimitero di Bolzano è un luogo di alta cultura e tradizione che racconta la storia e le vicende accadute nella città.Una donna, vestita in modo tradizionale, è seduta su una panca di legno all'interno di una vecchia stanza e guarda al di fuori della finestra. Davanti a lei ci sono degli attrezzi da lavoro domestico poggiati su un tavolo in legno. In un spettacolo all'aperto, nel quale due attori vestiti con dei costumi fedeli alla tradizione recitano un duello, i visitatori possono conoscere meglio la storia e la cultura di Bolzano. Vista dalla navata centrale della chiesa del Duomo di Bolzano verso l'altare, con un affresco e delle statue di alcuni personaggi storici in sottofondo.

Storia e cultura

Storia e Cultura

La storia, la cultura e le tradizioni di Bolzano hanno definito negli anni quello che è oggi il carattere della città: vivace, poliglotta e sempre in evoluzione.

Bolzano nasce probabilmente come statio militare romana nel 15 a.C. sotto il nome di “Pons Drusi”. Nei secoli a seguire è invasa da Visigoti, Ostrogoti, Unni, Longobardi, Saraceni, Normanni e Ungari fino ai Conti di Tirolo nel XIII secolo.

Via dei Portici, costruita nel XII secolo, fu la prima strada di Bolzano ed è ancora oggi il cuore pulsante della città mercantile. Fuori dalle mura della città si ergeva la chiesa paleocristiana che divenne successivamente l’attuale Duomo.

Nel 1363 la contea viene ceduta agli Asburgo che regnano fino al 1806 quando il Tirolo diventa parte del Regno di Baviera, all’epoca alleata con la Francia Napoleonica. Nel 1814 il Tirolo ritorna all’Austria e nel 1919 la parte sud del Tirolo, ovvero l’Alto Adige, viene annessa all’Italia con il trattato di Saint Germain.

L’italianizzazione fascista prevedeva un nuovo piano urbanistico che dal 1935 modifica radicalmente l’aspetto di Bolzano espandendola verso sud nei nuovi quartieri delle “Semirurali” e nella zona industriale dove prima c’erano solo vigneti e frutteti.

Da città prevalentemente commerciale Bolzano vive negli anni ’60 un boom turistico che non l’ha più abbandonata.

loading ...
Vedi anche