ita

bm - Bolzano Bozen Magazine

Leggi gli articoli principali del "bm - Bolzano Bozen Magazine" direttamente online!

108 pagine piene di delizie autunnali e invernali: il nuovo numero della rivista sarà disponibile a fine ottobre. Questa volta l'attenzione si concentra sulla neve in città, illustrata nell’accattivante storia fotografica, inoltre, sul bisogno di calore che percepiamo in inverno, e che possiamo soddisfare con una bella sauna – una tradizione salutare in grado di liberare anche gli ormoni della felicità.

La redazione ha inoltre raccolto molte idee per escursioni sulla neve nella stagione più fredda, sia in Val Sarentino che sul soleggiato Altopiano del Renon, dove vivere la magia dell’inverno e rilassarsi con tutta la famiglia. Non mancano informazioni sulla tradizione del Törggelen, con approfondimenti sul patrimonio castanicolo e vinicolo sulle pendici di San Genesio. E, naturalmente, il periodo dell'Avvento: la rivista bm dedica molto spazio alle suggestive atmosfere dei Mercatini di Natale a Bolzano e di San Michele/Appiano, insieme a tante informazioni utili e gli eventi del periodo più festoso dell'anno. Nella sezione gourmet, invece, incontrerete la birra di Natale, ovvero la birra artigianale da pub - più intensa e corposa - creata appositamente per il periodo natalizio - una storia curiosa sulle tre roccaforti urbane della birra locale.

Saremo lieti di inviarvi una copia gratuita su richiesta!

Un controverso arco di trionfo come simbolo di vittoria del fascismo. Una chiesa di rione come patrimonio collettivo locale.

Un'azienda agricola ereditaria, una responsabilità. E la gioia di vinificare e continuare l'attività di famiglia. Bolzano esempio di cultura del vino.

75 anni di artigianato artistico dentro a Confartigianato Imprese: le celebrazioni con una mostra a Castel Mareccio.

L'Alto Adige, il più grande territorio europeo per la coltivazione delle mele, mantiene la tradizione della pomacea più diffusa.

Celebrare la cultura del vino di Bolzano: lo stand delle cantine di Bolzano al Mercatino di Natale ne è l'ambasciatore.

Per la prima volta protagonista di un festival a Bolzano: la mela. Si terrà durante l'ultimo fine settimana di ottobre nel capoluogo provinciale, un inno al frutto più diffuso in regione e quello con più tradizione nella coltivazione e commercializzazione. L’occasione di approfondire cosa significhi “mela Alto Adige IGP” e quali sono i prodotti a base di mela che fanno parte della tradizione, ma anche dell'innovazione locale. Che si tratti di strudel, frittelle o succo di mele, sidro o aceto oppure, più recentemente, di gin, cosmetici e carta, la versatile mela si è insinuata nella nostra cucina e nella vita quotidiana. Ne approfittano tutti, perché la mela è un toccasana vitaminico con poche calorie e molti antiossidanti, adatta all’uso in cucina, per la conservazione in dispensa e addirittura in cantina, vicino ai vini.

Piazza della Mostra si illumina di romantiche candele per la notte di San Lorenzo, in occasione della festa “Calici di Stelle”. In menù l'”Uovo nell'orto” pensato da Chef Filippo Sinisgalli in abbinata al vino Weissburgunder Pinot Bianco 2019 Kellerei Bozen, specialità della città di Bolzano

La 7° edizione del salotto letterario di dicembre a Bolzano raccontata da Guido Vigna, con libri e personaggi a Bolzano.

Quest’opera è stata realizzata dall’Associazione dei Floricoltori dell’Alto Adige su commissione dell’Azienda di Soggiorno di Bolzano e con il patrocinio del Comune di Bolzano. È un saluto floreale beneaugurante alle concittadine e ai concittadini di Bolzano e agli ospiti della città; il segno della grande tradizione di Bolzano e del suo profondo legame con la natura. Una di queste espressioni è ancora oggi l’attività di decine di floricolture all’interno del tessuto urbano.

Un consiglio da insider tra i tour in bicicletta che mostrano una Bolzano insolita – urbana e con un tocco di classe operaia.

Sci, slittino, sci di fondo ed escursioni nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO, su una delle montagne innevate nei pressi di Bolzano.

Nel 2022, i più grandi festival tradizionali dell'estate bolzanina ci ispireranno a riflettere sui confusi tempi moderni.

Bolzano durante l’Avvento si presenta nel suo abito festoso più bello, nel quale confluiscono elementi delle tradizioni natalizie del nord e del sud che trasformano ogni passeggiata in città in un tour nostalgico. L’appagamento del visitatore riguarda tutti i sensi: la vista con le originali decorazioni, i colorati allestimenti e le tante idee regalo in esposizione, l’udito con l’esibizione dei cori, degli ensemble di fiati e con i concerti di raffinata musica classica, il palato con dolci tipici come lo Zelten, i krapfen e i biscotti della raffinata pasticceria bolzanina, nonché i vini più pregiati delle cantine locali, l'olfatto con i profumi provenienti dagli stand e gli aromi del bosco poco distante. Il cuore e lo spirito si riempiono dell’avvolgente atmosfera nel suo complesso che evoca piacevoli ricordi.
Ecco l'offerta turistica di Bolzano per le festività e per le vacanze del periodo natalizio 2022 dedicate a grandi e piccini.
 

Abbandonatevi al fascino del Medioevo con tutti i vostri sensi nei numerosi castelli di Bolzano e dintorni.

Una conca inondata dal sole. Un terreno ricco di minerali con un enorme potenziale che vuole essere messo a frutto. Due vitigni autoctoni che producono risultati eccezionali nel bicchiere. 28 cantine nella sola area urbana, e questo in un conglomerato di 107.000 abitanti. Una tradizione secolare della coltivazione e nella produzione del vino. Aziende familiari e viticoltori che producono i due vini rossi di Bolzano, il Santa Maddalena e il Lagrein, con cuore e grande competenza. Ma non solo: la città del vino di Bolzano è diventata anche un fiore all'occhiello nel panorama del vino bianco, del rosé e dello spumante, come dimostrano i vari premi, il successo al Vinitaly e le vendite. Di seguito tre eventi estivi sotto il segno della vite, un percorso tematico e un consiglio molto “beverino”.

Presentato il ricco programma di Bolzano in Fiore Arte con eventi e manifestazioni per rendere la città ancora più affascinante nel periodo primaverile

A Spring in the City Elisabetta Bianconi ha portato quadri, gioielli e specchi realizzati da materiali di recupero. Un'occasione per visitare il Mercatino di Pasqua e scoprire un artigianato artistico molto affascinante. 

Ripartire e rinascere. Parole che abbiamo sentito spesso in questi mesi difficili, sospesi a metà tra speranza a retorica. La primavera, tuttavia, è considerata la stagione delle nuove nascite fin dai tempi antichi e l’Azienda di Soggiorno di Bolzano ha deciso di crederci decisamente portando nel cuore della città, piazza Walther, il Mercatino di Pasqua “Spring in the City”.

Lezione dell’azienda di soggiorno agli studenti di salerno: “presto saranno a bolzano”

Un inno a Bolzano, città della bicicletta, e alla sua spettacolare flora. Un colpo di genio. Dalle due ruote dell'inizio del 19° secolo alla e-bike di oggi per l’uso quotidiano: osservare lo sviluppo del "velocipede" è culturalmente estremamente interessante e socialmente illuminante. Una conversazione con Hugo Götsch, uno degli organizzatori di VeloFlora, inedito evento ciclistico a Bolzano finanziato dall’Azienda di Soggiorno, all'inizio di maggio.

La conca bolzanina, un immenso giardino mediterraneo, in primavera offre diversi eventi ispirati alla primavera.

Settimane primaverili culinarie lungo la Strada del Vino dell'Alto Adige, Bolzano & il vino e Food & Flowers.

La mostra "Vita. Morte. Miracoli" a Castel Roncolo esplora la vita e l'opera del patrono della città di Bolzano.

San Genesio e la neve. Vacanza a misura d’uomo, nel tempio altoatesino del turismo sostenibile.

Nuovi, intriganti indirizzi nel centro storico aggiungono glamour alla gastronomia locale.

L'altipiano del Renon vi accoglie nel suo comprensorio sciistico per famiglie e amanti della buona cucina al Corno del Renon: dolci e ampie discese, paesaggi invernali idilliaci immersi nei boschi e inondati dal sole.

30 anni di Mercatino di Natale a Bolzano! Primo in assoluto in Italia, risale infatti al 1990.

Tornare a vivere appieno le tradizioni natalizie è attualmente una sfida in cui l'Associazione del Turismo di Appiano mette cuore e anima.

BM è andato a trovare la famiglia di vignaioli che abita e lavora all’Eberlehof, ad accoglierci  troviamo Tomas Zisser, l’anima dell’Eberlehof, con la moglie Margit e il figlio Christian.

Bolzano è recentemente diventata il primo Comuneclima Gold in Italia. E giustamente. Tra i quasi 8.000 comuni e 111 capoluoghi di provincia in Italia, Bolzano si distingue per una politica di sviluppo locale eccezionalmente sostenibile che le ha permesso di ottenere la certificazione di "ComuneClima Gold".

Dalla Grieser Musikgesellschaft alla Bürgerkapelle Gries di oggi: un viaggio di 200 anni costellato da pietre miliari.

Si riparte con la flotta Skyalps. Bolzano, porta nel mondo, agli occhi dell'imprenditore locale Josef Gostne, presidente di Skyalps.

Il mondo poco conosciuto degli anfibi e dei rettili presenti nell’area di bolzano. Ce lo racconta Ivan Plasinger, presidente dell'Associazione Erpetologica Altoatesina
“Herpeton”.

Cos’è un “maso avito”? L’attribuzione “maso avito” onora quelle famiglie che da almeno 200 anni, e quindi per numerose generazioni, sono rimaste nel maso per via ereditaria diretta.

Le visite guidate sono parte integrante di un soggiorno in città così come il gelato è sinonimo di estate. Intervista con una guida esperta della città.

Il capoluogo altoatesino, come uno scrigno, racchiude tanti tesori architettonici che ci raccontano la sua lunga e complessa storia. Da scoprire a uno a uno, attraverso tranquille passeggiate o biciclettate, godendosi le belle giornate e gli assaggi di ritrovata libertà.

Bolzano e i suoi dintorni offrono mille spunti per ritrovare serenità ed energia aprendosi alla stagione della rinascita.