string(7) "sEventi"
Particolare di un violoncellista durante un concerto jazz all'apertoConcerto all'imbrunire al castello durante il jazz festival

Südtirol Jazzfestival Alto Adige 

28 giugno - 7 luglio 2019

Il Jazzfestival Alto Adige parla spagnolo e portoghese:
nel 2019 i protagonisti principali saranno jazzisti della penisola iberica


Periodo che vince non si cambia: anche nel 2019, come da tradizione consolidata, il Südtirol Jazzfestival Alto Adige decollerà l’ultimo venerdì di giugno per concludersi la prima domenica di luglio dopo 10 giorni di grande musica. Quest’anno il concerto inaugurale è fissato per venerdì 28 giugno, mentre il sipario sulla kermesse jazzistica calerà domenica 7 luglio.
Di nuovo invece ci sono i Paesi protagonisti del Jazzfestival, che per il 2019 – proseguendo il suo viaggio alla scoperta del vecchio continente – ha deciso di puntare sulla penisola iberica. Spagna e Portogallo, nello specifico, che vanno ad aggiungersi a Francia, Gran Bretagna, Austria & Italia, Benelux e Paesi nordici ospiti principali delle ultime edizioni. La rassegna altoatesina insomma, grazie anche alle sue location inusuali e all’amore conclamato per la sperimentazione, si conferma la vetrina ideale per chi fa musica innovativa e libera da gabbie stilistiche.

Nel 2019 il Südtirol Jazzfestival Alto Adige varcherà per la prima volta il confine dei Pirenei. Un mondo musicale, quello spagnolo, che ancora nel 1960 veniva definito dal musicista e critico jazz inglese Leonard Feather “un deserto in fatto di jazz”. Oggi invece la vivace scena iberica risente chiaramente delle influenze del jazz contemporaneo internazionale così come di flamenco, pop, rock, musica etnica nordafricana e musica popolare di Catalogna e Paesi Baschi. In Portogallo al contrario già nel 1948 esisteva – ed esiste tuttora – il leggendario “Hot Clube de Portugal” di Lisbona, in assoluto uno dei primi jazz club europei.

Anche nell’estate 2019 le note del Südtirol Jazzfestival Alto Adige risuoneranno su tutto il territorio provinciale, raggiungendo nuove location come il Centro di innovazione e incubazione BASIS di Silandro, la tenuta Velseck di Tires, l’albergo “am Wolfsgrubener See” sul lago di Costalovara, Castel d’Appiano e la centrale idroelettrica Alperia di Bressanone. Tra le novità spiccano anche un concerto all’alba sul monte Gabler (Plose) e alcuni concerti sullo Speikboden a Campo Tures.